Il ministero della Salute ha lanciato l’allarme a proposito dell’aumento dei casi di morbillo nel 2017: da gennaio, infatti, più di 700 persone hanno contratto il virus, a fronte dei 220 casi del gennaio dello scorso anno (844 in tutto il 2016). Le regioni maggiormente interessate da questo aumento sono, per ora, Piemonte, Lazio, Lombardia e Toscana.

A cosa è dovuto questo aumento e quanto ci deve preoccupare? Ne abbiamo parlato con Roberto Burioni, medico, docente di virologia e microbiologia e specialista in immunologia clinica.

Ascolta l’intervista con Roberto Burioni

Flickr: vaccines by Matt Allworth