Oltre a Ventimiglia, anche Como è diventata un simbolo del limbo in cui sono costretti i migranti che cercano di raggiungere il nord Europa – e in molti casi le loro famiglie – passando attraverso la Svizzera. Lisa Bosia Mirra, deputata socialista nel Gran Consiglio del Canton Ticino si occupa del sostegno dei migranti a Como. Nei suoi confronti, la scorsa settimana è stato emanato un decreto d’accusa per violazione della Legge federale sugli stranieri. Secondo le accuse, nel settembre del 2016 era stata fermata dalle Guardie di confine «per aver collaborato all’entrata illegale in Svizzera di cittadini stranieri sprovvisti dei documenti necessari di legittimazione».