Cominciamo Bene – 18 febbraio 2022
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

L’eredità delle foibe Il 10 febbraio cade la Giornata del Ricordo, una commemorazione che ogni anno (e il 2022 non è stato da meno) alimenta forti polemiche. Qui cerchiamo di fare un passo indietro e di distinguere la storia dalla simbologia. Abbiamo raggiunto Riccardo Marchis (coordinatore delle attività didattiche e di formazione dell’Istoreto) per raccontare che cosa sia successo nell’area giuliano-dalmata sul finire della seconda guerra mondiale e cosa sia poi successo dopo: la grande minimizzazione da parte dei principali partiti italiani dell’immediato dopoguerra e poi il tentativo di appropriazione di questa vicenda da parte dei neofascisti.

Esteri

Secondo il presidente Usa Biden la Russia attaccherà l’Ucraina entro pochi giorni cercando un pretesto, sebbene Mosca si dica ancora pronta al dialogo. La Francia ritirerà il proprio contingente militare dal Mali, dove è schierato dal 2013 per combattere le truppe jihadiste. Secondo l’agenzia Reuters, esiste una bozza del nuovo accordo sul nucleare tra Iran, Usa e gli altri Paesi coinvolti nelle trattative di Vienna. Dal vertice Ue-Unione Africana è emerso un sostegno a una nuova riforma fiscale globale che potrebbe aiutare la trasformazione economica e digitale in Africa. La Corte di giustizia europea boccia Polonia e Ungheria sullo stato di diritto: in questo modo potrebbe essere bloccata l’erogazione dei fondi del Recovery Plan, ma la Commissione prende tempo. Calano a livello globale i casi di contagio da SARS-CoV-2, ma l’Oms prosegue con l’osservazione delle sottovarianti di Omicron.

Interni

Le condizioni stabili del mare hanno permesso a febbraio la traversata sulla rotta del Mediterraneo centrale a diverse centinaia di persone, secondo Sos Mediterranée. Dopo i problemi durante le votazioni di ieri, il presidente del Consiglio Draghi ha chiesto più compattezza alla maggioranza di governo. Oggi dovrebbero essere approvate in Consiglio dei ministri nuove misure contro il caro bollette, mentre la Camera voterà la fiducia al decreto Milleproroghe. Il voto sui cinque quesiti referendari sulla giustizia approvati dalla Corte costituzionale secondo Matteo Salvini dovrebbe essere accorpato alle elezioni comunali in primavera, mentre proseguono gli attacchi dei promotori dei referendum su eutanasia e cannabis legale. La Camera ha approvato in via definitiva il decreto che proroga lo stato di emergenza e le norme sul super green pass. Oggi in diverse città italiane si terranno nuove manifestazioni da parte degli studenti.

Foto via Pixabay