La crisi di Covax e l’apartheid vaccinale
Radio Beckwith evangelica

Il programma internazionale Covax, che avrebbe dovuto distribuire grandi quantità di vaccini ai paesi più poveri per limitare il divario vaccinale, continua ad arrancare. Mancano ancora 400 milioni di dosi ai 2 miliardi che si prometteva di distribuire entro il 2021. Si ragiona sui motivi di questa grande mancanza. Ci sono stati alcuni errori tecnici e pratici, come quello di fare troppo affidamento ad un singolo sito produttivo, in India. Ma anche falle ideologiche, come le mentalità ereditate dal colonialismo e la fiducia riposta nei colossi farmaceutici. In ogni caso, all’interno della piattaforma si sta lavorando per riformare questo e i prossimi piani di risposta alle emergenze sanitarie.

Foto via Pixabay