Cominciamo Bene, la rassegna stampa ragionata di martedì 12 maggio 2020
Radio Beckwith evangelica

In primo piano

La Corea chiude di nuovo bar e locali dopo l’emersione di nuovi focolai di coronavirus nella capitale: questo potrebbe mettere in evidenza alcuni limiti delle app di tracciamento.
A Hong Kong intanto riprendono le proteste.
In molti Paesi del mondo si scende in strada per chiedere l’allentamento delle misure di contenimento, con Stati Uniti e Brasile in testa. Spesso queste manifestazioni sono organizzate da gruppi di estrema destra e movimenti contro i vaccini.

Mondo

Diciassette nuovi casi di coronavirus preoccupano la Cina: a Wuhan si registrano 5 nuovi casi di contagio in un’unica unità residenziale, i primi dopo la fine del lockdown dell’8 aprile scorso.
L’India intanto registra il numero più alto di contagi giornalieri: 4.213 su un totale di 70 mila.
Nonostante i numeri preoccupanti dei contagi, il presidente Vladimir Putin ha annunciato che da martedì in Russia cominceranno ad essere allentate le restrizioni imposte nelle ultime sei settimane.
Il premier britannico Johnson ha riferito alla Camera dei Comuni come si articolerà la fase 2 parlando di “primi prudenti allentamenti” e di successivi step che devono, però, essere verificati in base al numero di contagi. La Gran Bretagna e l’Unione europea hanno ripreso i colloqui post Brexit in vista del summit in programma a giugno.
L’immunologo della Casa Bianca Anthony Fauci parlerà oggi al Senato statunitense per mettere in guardia gli americani che un’apertura prematura del Paese. Da oggi tutti i frequentatori della Casa Bianca dovranno indossare mascherine per coprire naso e bocca quando entreranno nell’ala ovest, dove si trovano gli uffici del presidente e del vicepresidente, che però saranno esenti dall’obbligo. Arrivano anche delle accuse al presidente statunitense di sfruttare il coronavirus per disfarsi delle leggi a tutela dell’ambiente.

Italia

Continua il calo dei contagiati, lunedì ne sono stati registrati 744, mentre i ricoverati in terapia intensiva scendono sotto quota mille (non accadeva dal 10 marzo). Si registra però anche un leggero aumento delle vittime, 179 nella giornata di ieri.Intanto, visti i risultati della sperimentazione della cura con il plasma iperimmune condotta su 46 pazienti, la Lombardia invita tutti i guariti dal Covid-19 a donare il plasma.
È stato raggiunto l’accordo tra governo e presidenti di Regione sulle riaperture dal 18 maggio. Tra giovedì e venerdì, sulla base dei dati del monitoraggio, arriveranno le linee guida per consentire la riapertura di commercio al dettaglio, bar e ristoranti, estetisti e parrucchieri. Il governo avrà la possibilità di intervenire nel caso in cui, in base all’andamento dei contagi e di altri criteri definiti dalla circolare del ministero della Salute, fosse necessario bloccare nuove ondate di diffusione del virus.
Le mascherine a 50 centesimi sono finite. Per Federfarma il “prezzo è troppo basso”. Il Commissario Arcuri risponde, “Non dipende da me, ma dai distributori”.
Dovrebbe essere in programma oggi il consiglio dei ministri per definire i dettagli del Decreto Rilancio. Il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri ha annunciato che verrà eliminato il saldo-acconto Irap dovuto a giugno per tutte le imprese fino a 250 milioni di fatturato. Previsti anche 1,5 miliardi per la scuola e la stabilizzazione di 16 mila insegnanti che saranno in cattedra da settembre .
Lo scontro tra M5S e renziani verte in particolare sulla proposta targata Italia viva di una sanatoria che regolarizzi braccianti agricoli, colf e badanti, facendo emergere il nero e dotandoli di un permesso di soggiorno temporaneo.
Secondo l’Istat la produzione industriale italiana ha registrato un crollo senza precedenti a marzo con un calo del 28,4% (contro il -20% atteso dagli analisti) rispetto al mese di febbraio.
La cooperante 24enne Silvia Romano è tornata a casa a Milano accolta da un applauso, ma gli attacchi sui social stanno spingendo le forze dell’ordine a valutare se assegnarle una tutela fissa o mobile.
Il ministro della Salute Roberto Speranza e quello dello sport Vincenzo Spadafora hanno dato il via libera agli allenamenti collettivi di calcio a partire da sabato 18 maggio.

Ascolta la puntata