In primo piano

Clima rosso L’IPCC ha pubblicato un atteso rapporto sulla crisi climatica in corso. Viene definito come un “codice rosso” di allarme per l’umanità, poiché presenta alcuni effetti del cambiamento climatico come ormai irreversibili, a partire da un aumento delle temperature medie. Si può ancora agire per limitare i danni, dicono gli scienziati, a patto però di agire rapidamente e in modo drastico.

Esteri

A proposito di effetti della crisi climatica, continuano a bruciare intensi roghi in molte zone, soprattutto sul Mediterraneo (Grecia, Turchia e Italia) e in Siberia. Almeno 51 persone sono morte in una serie di attacchi da parte di estremisti islamici in Mali: potrebbe trattarsi di crimini contro l’umanità. Gli Stati Uniti spingono per un accordo politico che chiuda le ostilità in Afghanistan, mentre, con Regno Unito e Canada, varano nuove sanzioni ai danni del regime bielorusso di Lukashenko.

Interni

Di Maio annuncia che la scelta di un inviato speciale per il clima attende ormai solo l’ufficializzazione. La campagna vaccinale si appresta ad una nuova accelerazione, con l’arrivo di nuove dosi che dopo ferragosto verranno dedicate, in particolare, alle fasce più giovani, in vista della partenza della scuola. Lamorgese precisa che i ristoratori non sono tenuti a verificare l’identità dei possessori di green pass, mentre apre sul tema dello ius soli, portando alla reazione polemica di Salvini e della destra.