In primo piano

La pandemia che affama Gli ultimi dati del World Food Programme riferiscono che circa 161 milioni di persone in più, nel corso del 2020, hanno sofferto la fame, soprattutto per gli effetti della pandemia, ma anche per i conflitti in corso e per gli eventi climatici emergenziali. Il WFP indica anche alcuni “hotspot”, ovvero alcuni paesi che nei prossimi mesi rischiano di entrare nella peggiore crisi alimentare. Tra questi, il Madagascar, alle prese con una terribile siccità.

Esteri

Sale il numero delle vittime dei pesanti incendi in Algeria, mentre continuano a bruciare varie zone del mondo, come la California e la Russia. Secondo l’intelligence statunitense, entro pochi mesi i talebani potrebbero conquistare la capitale afghana Kabul, ma il governo locale ha un piano per tentare di contrastarli. Alexey Navalny subisce una nuova condanna dalla giustizia russa.

Interni

Ampi incendi bruciano anche nel sud Italia, causando tre vittime in Calabria e una in Sicilia, ma brucia anche la Sardegna. Nel siracusano è stata registrata la temperatura più alta di sempre in Europa: 48,8 gradi. I sindacati della scuola hanno scritto una lettera congiunta per contestare l’obbligo di green pass per il personale scolastico. Cade oggi il 77esimo anniversario dell’eccidio nazista di Sant’Anna di Stazzema, proprio mentre la maggioranza si scontra sul viceministro Durigon, cher intende dedicare un parco di Latina al fratello di Mussolini.