Radio Beckwith evangelica

In primo piano

Gli stati europei, ma non solo, si stanno indirizzando verso un graduale allentamento del lockdown. Arriva però un avvertimento dall’Oms: la pandemia non è ancora sconfitta e c’è ancora molto lavoro da fare per abbassare i contagi. A preoccupare è la crescita dei casi in Africa e in Paesi in via di sviluppo. Inoltre, starebbero subendo importanti ritardi anche campagne di vaccinazione per altre malattie: un problema che riguarda circa 13 milioni di persone in tutto il mondo.

Mondo

Oggi il premier francese Édouard Philippe presenterà all’Assemblea nazionale il piano per il graduale superamento delle restrizioni a partire dall’11 maggio: probabiolmente sarà diviso in 17 punti, alcuni dei quali molto discussi. Anche in Spagna si annuncerà oggi un allentamento del lockdown. La Germania procede nella direzione di una parziale riapertura, rendendo obbligatorio l’uso delle mascherine sui mezzi pubblici e nei negozi. Il premier britannico Boris Johnson ha frenato sull’ipotesi di ammorbidire le misure di lockdown, dicendo che il Paese ora sta attraversando il periodo di massimo rischio.
Crescono i numeri di contagi e di decessi negli Stati Uniti, ma le riaperture procedono ancora in ordine sparso. Dopo appena due giorni di sospensione sono riprese le conferenze stampa del presidente Trump che ha illustrato il piano dell’amministrazione per aumentare i test all’interno degli Stati. Trump è tornato ad attaccare la Cina accusando il governo di Pechino di non aver fermato il virus prima che si diffondesse a livello globale.
Il prezzo del petrolio è di nuovo crollato con il Wti legato alle consegne di giugno che ha perso il 25%, arrivando a poco meno di 13 dollari al barile.

Italia

In visita in Lombardia, il premier Giuseppe Conte ha spiegato che al momento non ci sono le condizioni per un ritorno alla normalità nel Paese, e ha ribadito che la Fase 2 non equivale a un “liberi tutti” ma bensì a un periodo di convivenza con il virus.
una nota dell’esecutivo ha spiegato che tra i congiunti che si potranno andare a visitare a partire dal 4 maggio rientrano anche i rispettivi coniugi, i partner e le persone a cui si è legati da una relazione affettiva stabile; viene vietato però anche lo spostamento verso le seconde case. Il governatore del Veneto Luca Zaia ha però annunciato il via libera verso le altre abitazioni all’interno della regione. La Lombardia sta ragionando su come riaprire le chiese per permettere le funzioni religiose in sicurezza.
Anche all’interno della maggioranza c’è chi contesta le misure introdotte dal nuovo dpcm. Protestano pure i commercianti e piccoli esercenti che vorrebbero riaprire il prima possibile per non essere costretti a chiudere le attività.
Intervenendo in un programma di Rai Cultura il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha detto che la chiusura della scuola rappresenta una ferita per tutti. Il premier ha annunciato che il governo sta lavorando a un piano per l’infanzia che offra sia sostegno economico alle famiglie sia affronti il tema delle vacanze estive per bambini e adolescenti.

Ascolta la puntata

Foto via Flickr